Lottria degli scontrini


Scopri su Giochi24 come funziona la lotteria degli scontrini, i premi e il regolamento di legge. Inizia a partire dal'1 Gennaio 2020 e basta lo scontrino elettronico. Ai nuovi scontrini fiscali elettronici verrà assegnato il codice fiscale di chi lo paga. Questo sarà già il biglietto virtuale della lotteria, come in Europa e in Portogallo. Tabaccai, parrucchieri e negozianti faranno la comunicazione telematica dello scontrino commerciale modo digitale all'Agenzia delle Entrate. Ogni mese è prevista un'estrazione di premi fino a un Milione di Euro, come in una lotteria nazionale. Tutte le indiscrezioni sul decreto attuativo e sulla manovra sono presenti ad esempio sul sito del Sole 24 Ore, di Repubblica o del Corriere della sera. Non sono previste esenzioni o esonero dall'obbligo dello scontrino elettronico.

Come Funziona

Giocare alla nuova Lotteria degli Scontrini è molto facile. Funziona con un'estrazione come la Lotteria Italia o il Superenalotto. La differenza è che non serve compare un biglietto o giocare una schedina. E' il normale scontrino commerciale a diventare un vero e proprio biglietto digitale, come in Portogallo.

Dal 1 Gennaio 2020, basta comprare qualcosa in un negozio e dare al commerciante il proprio tesserino con codice fiscale. Un po come si fa già adesso in farmacia per le spese mediche. Il negoziante utilizzerà un lettore che stamperà il codice fiscale sullo scontrino commerciale. Il biglietto per la lotteria sarà proprio questo stesso scontrino elettronico, trasmesso dal negoziante all'Agenzia delle Entrate. Sarà poi quest'ultima a fare la comunicazione all'Agenzia delle Dogane e Monopoli insieme alle informazioni necessarie per l'estrazione, come previsto dalla legge.

Se si paga con Carta di Credito, bancomat o altri strumenti elettronici non servirà fornire il codice fiscale durante l'acquisto. Verrà comunicato al commerciante direttamente dalla banca.

In caso di prestazione artigianale (parrucchieri, tabaccai, idraulici, elettricisti, meccanici, ecc) basterà che la ricevuta fiscale o fattura elettronica emessa dall'artigiano indichi il codice fiscale del Cliente. Sarà poi l'artigiano a comunicare i dati all'Agenzia delle Entrate entro 12 giorni.

Biglietti e scontrini

Come si vince? Basta uno scontrino o una ricevuta fiscale. Le legge infatti stabilisce che per ogni 10 centesimi di spesa verrà assegnato di diritto un biglietto virtuale (associato automaticamente al codice dello scontrino). Se il pagamento è fatto con Carta di Credito, Bancomat o altra moneta elettronica ad ogni 10 centesimi di spesa verranno assegnati 2 biglietti virtuali (il doppio).

Quindi se compro in un negozio un prodotto che costa 10 Euro, pagando in contanti avrò 100 ticket virtuali per la lotteria degli scontrini mentre se pago con bancomat o carta di credito ne avrò ben 200.

Bisogna però fare attenzione. La bozza attuale del decreto della lotteria degli scontrini prevede che il biglietto virtuale è presente automaticamente sullo scontrino elettronico solo se:

  • sei maggiorenne (+18 anni) e fiscalmente residente in Italia
  • hai dato il consenso alla relativa informativa privacy
  • il prezzo pagato è superiore ad 1 Euro
  • l'acquisto è di un consumatore finale (sono esclusi gli acquisti di merci o servizi legati all'attività di impresa a partita IVA)
  • è una spesa non soggetta a detrazione fiscale (restano quindi escluse ad esempio tutte le spese mediche e sanitarie)

Lotteria degli scontrini: i premi

Quanto si vince? I premi dipendono dall'estrazione e sono su base mensile o annuale. L'importo di quelli mensili è indicato nella tabella vincite e prevede 3 livelli:

1° (primo) classificato: un premio da 50.000 Euro

2° (secondo) classificato: un premio da 30.000 Euro

3° (terzo) classificato: un premio da 10.000 Euro.

L'importo del super premio finale annuale è 1 Milione di Euro, analogo alle altre lotterie nazionali. Verrà assegnato durante la maxi-estrazione del 2020, a cui parteciperanno tutti gli scontrini validi emessi nell'anno.

A differenza dei giochi come il Lotto, Superenalotto e Gratta e Vinci e della Lotteria Nazionale le vincite sono completamente esentasse (non sono soggette a tassazione). Per una volta i giocatori (contribuenti) possono stare tranquilli con il fisco, come indicato anche dal sole 24 ore . I corrispettivi verranno pagati integralmente.

Sanzioni per i commercianti

Anche per i negozianti è previsto un premio di ammontare non ancora definito, ma sono previste anche pesanti sanzioni. Infatti ci sono multe tra i 500 ed i 2.000 Euro per i commercianti che si rifiutano di emettere lo scontrino elettronico o non fanno la comunicazione al fisco (all'Agenzia delle Entrate) i codici fiscali e gli importi degli acquisti. Lo scopo è quello di incentivare gli adempimenti. Ad oggi nessuna norma impone all'esercente di accettare il codice fiscale del cliente, come si puo verificare anche sul sole 24 ore.

Estrazione della lotteria nel 2020

Alle estrazioni della lotteria degli scontrini potranno partecipare solo i possessori di uno scontrino elettronico valido. Cioè con l'indicazione del codice fiscale ed emesso nel periodo di riferimento indicato dall'estrazione. Solo questi scontrini hanno un codice valido che potrà essere estratto. Quindi, ad esempio uno scontrino, del 12 gennaio 2020 parteciperà all'estrazione del mese di gennaio ed a quella dell'anno 2020.

La prima estrazione è prevista il 6 Gennaio 2020. Nel corso dell'anno l'estrazione della lotteria degli scontrini è mensile per i 3 premi e annuale per il super premio finale. Nel 2021 invece l'estrazione avrà cadenza settimanale per i 3 premi da 50.000, 30.000 e 10.000 Euro. Resterà invece la periodicità annuale quella per il super premio da 1 Milione di Euro.

Infine è previsto anche un sorteggio annuale di un settore di spesa (es. alimentari, abbigliamento, etc.) per il quale sarà possibile per il contribuente detrarre gli scontrini elettronici nella dichiarazione dei redditi (modello 730 o UNICO). Diventeranno spese detraibili a tutti gli effetti. Per aggiornamenti sul tema si può consultare il sole 24 ore.

Agenzia delle Entrate

Le modalità dettagliate di effettuazione delle estrazioni verrà definito dal MEF (Ministero dell'Economia e delle Finanze). Quello che si sa è che la trasmissione dello scontrino elettronico avviene verso l'Agenzia delle Entrate. Sul sito dell'Agenzia delle Dogane e Monopoli sarà possibile

  • leggere il regolamento ufficiale
  • vedere i biglietti assegnati (attraverso il proprio codice fiscale)
  • vedere tutti i dati delle estrazioni
  • fare la verifica vincite controllando i relativi biglietti vincenti

Inoltre in caso di vincita, il vincitore riceverà una notifica scritta al suo domicilio noto all'Agenzia delle Entrate.

La richiesta di pagamento delle vincite (la riscossione dei premi) deve avvenire entro il 90° giorno successivo a quello della pubblicazione nella G.U. del bollettino ufficiale dell'estrazione della Lotteria degli Scontrini. La modalità verrà definita con apposito regolamento. Tutte le novità sono presenti sul sole 24 ore, dove si possono trovare articoli anche su quanto successo in Portogallo.

Lotteria degli scontrini: la legge

Il Governo "Conte 2" ha inserito la Lotteria degli Scontrini nella nota di aggiornamento del DEF approvata il 30 settembre 2019, riprendendo una iniziativa analoga fatta in Portogallo. Il fine della manovra è di aumentare l'emissione dei nuovi scontrini fiscali elettronici per incentivare i pagamenti tracciabili e combattere l'evasione fiscale. Nel NADEF è previsto un gettito aggiuntivo per le casse dello stato di ben 7,2 Miliardi di Euro nel solo 2020.

Il Decreto Fiscale collegato alla legge di Bilancio 2020 (la Legge di Stabilità) definirà in dettaglio il regolamento del gioco e le norme relative. In ogni caso la partenza è prevista a patire dal 2020 (1 Gennaio).

La Lotteria degli scontrini fiscali non è una novità assoluta. Era stato infatti il Governo Gentiloni nella legge di Bilancio 2017 ad idearla tra le misure di contrasto all'evasione fiscale. Avrebbe dovuto cominciare in fase sperimentale nel marzo 2017, ma i vari Decreti Milleproroghe hanno rinviato piu volte il lancio. Motivi tecnici legati alla mancata adozione dello scontrino elettronico sono stati alla base della decisione. Sarà in assoluto la prima misura anti-evasione che coinvolgerà direttamente i contribuenti (i consumatori finali).

Bozza del Decreto e Regolamento

La versione finale del decreto attuativo non è ancora pubblicata ma ci sono alcune variazioni significative rispetto alla norma originaria del 2016. Una è l'aumento dell'incentivo all'utilizzo di bancomat e carta di credito. Nella legge del 2016 erano previsti il 20% di biglietti virtuali in piu. Nella bozza attuale invece si prevede un aumento del 100% (il doppio dei biglietti). Tutte le ultime bozze del regolamento e le indiscrezioni piu aggiornate si trovano sul sito del sole 24 ore o Repubblica. Altro cambio rilevante è quello dell'esclusione delle spese che godono già di detrazione fiscale come le spese mediche e sanitarie.

Rimangono esclusi da tassazione i premi come nella legge originaria. Nel DL fiscale è scritto "I premi conseguiti mediante la lotteria non concorrono a formare il reddito imponibile ne sono soggetti a tassazione ai fini delle imposte sui redditi o ad altro titolo".

Scontrino elettronico e codice fiscale

L'obbligo di emissione dello scontrino elettronico, di memorizzazione e di trasmissione telematica all'Agenzia delle Entrate è in vigore dallo scorso 1 Luglio 2019 per tutti i negozi e gli esercenti che hanno un volume d'affari superiore ai 400.000 Euro annui (circa 260.00 in tutta Italia). Era quindi previsto un esonero per i piccoli commercianti

Dal prossimo 1 Gennaio 2020 sarà invece esteso a tutti i commercianti senza possibilità di esenzioni, permettendo cosi la realizzazione della Lotteria degli Scontrini, altrimenti impossibile.

Tutti i registratori di cassa saranno collegati per via digitale all'Agenzia delle Entrate e comunicheranno per ogni operazione: corrispettivi pagati, modalità di pagamento e codice fiscale del Cliente. Tutti i dettagli si trovano ad esempio sul sito del sole 24 ore

La lotteria degli scontrini in Portogallo

La lotteria degli scontrini è già stata sperimentata in passato in diversi paesi europei (Portogallo, Slovacchia, Malta, Romania) con risultati contrastanti.

Il Portogallo è il paese in cui la misura ha riscosso piu successo. Lanciata nel lontano 2014 con il nome di "fatura da sorte" ha causato il raddoppio degli scontrini emessi dai negozianti già durante i primi 2 anni. Un aumento del 35% il primo anno, del 51% il secondo. Il valore è passato da circa 2 Miliardi di Euro a 5 Miliardi di Euro. Secondo i dati del 2018 del Governo di Lisbona ben 9,6 Milioni di portoghesi avevano partecipato al sorteggio. Dall'entrata in vigore la lotteria ha assegnato 117 auto, 163 Buoni del Tesoro (145 da 35.000 Euro e 18 da 50.000 Euro).

A Malta invece l'impatto è stato molto piu basso rispetto al Portogallo. Lanciata nel 2013 ha determinato un modesto aumento degli scontrini. Meno del 10% (3 Milioni in piu su 35 Milioni). Ciò nonostante è diventata molto popolare. Il giorno 15 di ogni mese c'e' un'estrazione che mette in palio una vincita pari a 100 volte il valore dello scontrino estratto. Per partecipare però lo scontrino deve avere valore compreso tra 233 Euro e 11.647 Euro.

Anche in Slovacchia la lotteria ha avuto un impatto piu simile a Malta che al Portogallo ma ha avuto un effetto collaterale. Essendo molto popolare ha causato un calo dei giochi tradizionali. Lo stato ha speso circa 3 Milioni di Euro per organizzarla ed ha incassato solo 8 Milioni in piu di gettito fiscale.